GRUPPO DI STUDIO SULLE TRADIZIONI VIOLENTE
GRUPPO DI STUDIO SULLE TRADIZIONI VIOLENTE

Home | presentazione

Implicazioni psicologiche
Il senso morale del bambino
Comportamento crudele del bambino
Baby killers
Dichiarazione degli psicologi

Il circo con animali
Cos'è
I metodi d'addestramento
La parola ai circensi
Animali in catene
Le conseguenze fisiche, psicologiche e gli abusi
Gli incidenti
I finanziamenti pubblici
Le ordinanze
Divieti di attendamento in Italia
Alcuni dati a livello mondiale

Le fiere ornitologico venatorie
Cosa sono
Chi è la FIMOV
La FIMOV entra nelle scuole

Richiami vivi
Cosa sono
Divieti: Parma
Divieti: Regione Piemonte

Finanziamenti pubblici:
Contributi Regione Veneto

Delibera della Giunta
Beneficiari
Breve spiegazione

Contributi del Comune di Brescia

Veneto: norme e privilegi per la caccia
Legge Nazionale sulla caccia

Comunicati stampa
Richiami vivi dopati
Importazione illegale
Condanne per maltrattamento

Chi siamo

Contatti

DICHIARAZIONE DEGLI PSICOLOGI

Gli ampi movimenti tesi a difendere lo sfruttamento animale, tanto più inaccettabile quanto più privo di qualsiasi giustificazione che non sia il proprio  divertimento, ha oggi tra i suoi sostenitori anche una fetta di persone, legittimate ad esprimersi  sull'argomento in nome della propria professionalità: gli psicologi. Sono alcune centinaia infatti, quelli che già hanno sottoscritto un documento, di cui si è fatta promotrice una di loro, Annamaria Manzoni, e che vede tra i primi firmatari illustri rappresentanti della categoria: in esso si  sottolineano la valenza antipedagogica e una sorta di educazione all'insensibilità  insita  in spettacoli che vedono impiegati gli animali in situazioni irrispettose dei loro bisogni e delle loro caratteristiche di specie. Il documento, nato in Lombardia, è aperto al sostegno di tutti gli psicologi, che ne condividessero il contenuto.

Documento degli psicologi su zoo, circhi, sagre con impiego di animali

Premesso
che la coesistenza con gli animali, dotati di dignità propria quali esseri viventi, è un’esigenza profonda e autentica della specie umana;
che le relazioni che stabiliamo con loro, lungi dall’essere neutre, sono elementi in grado di incidere sull’emotività e sul pensiero;
che il rapporto con loro è elemento di indiscussa importanza nella crescita, nella formazione, nell’educazione dei bambini;

i sottoscritti psicologi
esprimono motivata preoccupazione rispetto alle conseguenze sul piano pedagogico, formativo, psicologico della frequentazione dei bambini di zoo, circhi e sagre in cui vengono impiegati animali.
Queste realtà, infatti, comportano che gli animali siano privati della libertà, mantenuti in contesti innaturali e in condizioni non rispettose dei loro bisogni, costretti a comportamenti contrari alle loro caratteristiche di specie.
Tali contesti, lungi dal permettere ed incentivare la conoscenza per la realtà animale, sono veicolo di una educazione al non rispetto per gli esseri viventi, inducono al disconoscimento dei messaggi di sofferenza, ostacolano lo sviluppo dell’empatia, che è fondamentale momento di formazione e di crescita, in quanto sollecitano una risposta incongrua, divertita e allegra, alla pena, al disagio, all’ingiustizia.

I sottoscritti psicologi
attenti a promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo, della comunità, auspicano e sostengono un radicale cambiamento di costume che vada in direzione della chiusura degli zoo e del divieto dell’impiego di animali nei circhi e nelle sagre.

Promotrice: Annamaria Manzoni;
firmatari: più di 530 psicologi di diverse regioni italiane tra cui Fulvio Scaparro, Marina Valcarenghi, Guglielmo Gulotta e Dario Varin.

Tutti gli psicologi che volessero sottoscrivere possono mandare una mail con il proprio nome, cognome e regione di appartenenza scrivendo “aderisco al documento” all’indirizzo annia.manzoni@fastwebnet.it




@ Contatti: info@tradizioniviolente.org
web: ganodesign